La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web si utilizzano diversi tipi di cookie, tra cui: Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679
ACCETTA ACCETTA
logo_regione_veneto
> > > Rischio del fumo in gravidanza

Fumo

 
Il fumo, fra tutti gli stili di vita scorretti, rappresenta il fattore di rischio numero uno.
In una donna gravida, il rischio non sussiste solo per lei, ma anche per il suo bambino.
Durante la gestazione, infatti, il fumo è associato in modo statisticamente significativo ad un aumento di complicanze (gravidanza extra uterina, aborto spontaneo, inserzione bassa della placenta, rottura precoce delle membrane, ecc.), ma soprattutto al basso peso alla nascita.
Circa il 74% delle future mamme, spontaneamente, si astengono dal fumare mentre sono in dolce attesa. Di queste, però, una buona parte non persevera nella buona abitudine appresa, una volta conclusa la gestazione.
Eppure il fumo, in questo caso quello passivo, è pericoloso per il bambino anche dopo la nascita.
La morte in culla (SIDS), evento pur raro, è 3 volte più frequente nei bambini di madre fumatrice.
E’ aumentato anche il rischio di malattie respiratorie nel primo anno di vita, di otiti e di riacutizzazioni di episodi di asma.

Che cosa faremo durante il laboratorio?
I fumatori associano il fumo di sigaretta ad un momento di relax, ma è possibile apprendere tecniche di rilassamento alternative al fumo che permettono di controllare la tensione muscolare e i sintomi ansiosi di varia natura, fra i quali anche quelli legati alla sospensione della nicotina quando si smette di fumare.
Imparare a rilassarsi e a respirare in modo corretto è utile in ogni modo: anche quando si sta bene per stare ancora meglio.
Negli ambienti di laboratorio si alterneranno le parti didattiche a momenti di relax, con lo sfondo delle luci, dei colori e dei suoni delle stanze di esperienza sensoriale
Questo per offrire alle mamme un momento tutto per sé, un angolo nel cuore di Venezia dove è possibile mettersi in ascolto del proprio corpo e della nuova vita che sta germogliando.
Ultimo aggiornamento: 11/10/2018
Condividi questa pagina: